Ostia Ponente lungo la foce – esplorare il margine

romalab laboratorio di architettura relazionale:…. Esplorazioni dell’ultima città

Postcard

Martedì 6 Giugno 2006 ore 15:00
Nuovo Municipio di Fiumicino, Via della Stazione di Fiumicino

Mercoledì 7 Giugno 2006 ore 15:00
Fondazione Enrico Mattei – Culture Factory, via del Commercio

Dibattito aperto intervengono:
Cecilia Anselmi, Andrea Ciofi degli Atti, Carlo Prati, Sole Zamponi doppiomisto
Luca De Martini responsabile Centro Habitat Mediterraneo Ostia Lido

L’esplorazione percorrerà un itinerario lungo una linea ideale di “crinale” che intercetti una successione di episodi chiave , ravvisabili a volte come “tramite” ma il più delle volte come barriera , esistenti nei punti di passaggio tra il territorio urbanizzato -con i suoi vuoti- e ciò che della città sembra emergere come “rimosso”: l’elemento naturale che gli si oppone, rappresentato prima dal fiume e poi dal mare. L’obiettivo è quello di cercare di cogliere le potenzialità offerte da una condizione oggettiva di “limite”- il margine come ultima frontiera della metropoli- in cui sembra versare questa parte della città, in funzione di una sua possibile ulteriore trasformazione, proprio a partire dall’osservazione di ciò che già esiste .

Dalle modalità spontanee di riappropriazione –bilance, abitazioni abusive, club nautici, cantieri navali- che vitalisticamente occupano gli argini sui quali si sono sedimentate già da tempo, sino agli interventi ufficiali in parte già realizzati, tesi al recupero delle aree più fortemente compromesse , viene offerta un’ampia casistica di condizioni utili ad una riflessione che voglia far emergere quelle virtualità e “conflittualità positive” di fatto già presenti ma forse non del tutto espresse di questa parte di città. Esplorare il “margine” inoltre può essere strumentale a ravvisare come “frontiera” stessa del progetto -espresso nella capacità di incidere quindi di mettere in atto un processo di mutamento- quella di fungere da “tramite”, da elemento di giunzione, piuttosto che separazione, in grado di stabilire “nuove relazioni” tra entità, condizioni e spazi, rappresentativi anche di istanze fortemente problematiche, apparentemente irrisolvibili se letti sempre in dicotomica opposizione tra loro. Il percorso, che si snoderà in un primo tratto da fare in macchina, a partire dal nuovo municipio di Fiumicino sino al monumento alla memoria di P.P. Pasolini, attraverserà Isola Sacra, risalirà la foce per poi proseguire a piedi nell’area dell’ex idroscalo di Ostia. Il tentativo è quello di inanellare una sequenza di tappe successive: dalla presenza di interventi di edilizia residenziale pubblica, costruiti a ridosso della linea di costa, a piccoli insediamenti di tipo spontaneo sedimentatisi negli ultimi 50 anni lungo la foce (come Passo della Sentinella sulla sponda di Fiumicino e la borgata dell’ idroscalo di Ostia Ponente), sino a raggiungere l’ Oasi della LIPU-Centro Habitat Mediterraneo- ed il nuovo Porto di Roma, due realtà differenti che sembrano connotare significativamente, con la loro recente realizzazione, la trasformazione di questa parte della città.

_doppiomisto_

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: